lunedì 28 novembre 2016

LA RAGAZZA DEL TRENO



 LA RAGAZZA DEL TRENO


"Comincio a credere che non esista una soluzione. L'ho imparato dalla psicoterapia: i buchi della vita non si chiudono più. Devi crescere intorno a loro, come radici che affondano nel cemento, e devi rimodellarti intorno alle crepe."




La ragazza del treno  The Girl On The Train è un film diretto da Tate Taylor  ispirato al libro di Paula Hawkins, best seller di oltre 15 milioni di copie in tutto il mondo.
Il film  è stato interpretato da  Emily Blunt,Haley Bennet, Rebecca Ferguson, Justin Theux, Luke Evans.
La storia vede tre voci narranti: Rachel, Anna e Megan.




RECENSIONE LA RAGAZZA DEL TRENO





LA RAGAZZA DEL TRENO TRAMA



Il film racconta la storia di una giovane donna, che ha vissuto un'esistenza molto difficile a causa di un matrimonio sfortunato.
La protagonista di nome Rachel è una pendolare che tutti i giorni prende il treno, da cui vede molta gente, in particolare  quando il treno si ferma puntualmente a uno stop, osserva come uno spettatore di un film, una coppia che ritiene perfetta nella sua fantasia.  Rachel è consapevole che la sua vita le è stata rubata, per questa ragione osserva il mondo esterno e cerca di capirne il significato, studiando il comportamento degli altri uomini. Non è più la stessa persona di un tempo, basta guardarla meglio occhi per capire che questo personaggio è turbato interiormente da qualcosa che la sconvolge profondamente.
Un mattino la protagonista scopre che la donna, Megan, di quella coppia felice che osservava da tempo è scomparsa nel nulla,  e Rachet decide di indagare su questa vicenda scoprendo una verità raccapricciante. Cosa è successo a Megan?

Nessuno crederebbe a Rachel, un'ubriacona, vista dallo spettatore come una persona sgradevole, e molto strana.
Per capire meglio  la storia, bisogna tornare indietro nel tempo, Rachel è una donna infelice che non è riuscita a superare il suo divorzio, ed il fatto che il suo ex, Tom, si sia risposato nuovamente, perché lei immaginava un futuro diverso, Rachel vede il divorzio come un fallimento della sua vita stessa, si è sentita abbandonata e tradita da un uomo che ha scelto una donna ,Anna,che non ha esitato a prendere il suo posto.  La protagonista in preda alla disperazione ha perso il lavoro, e ogni mattina prende il treno fingendo di andare in ufficio, guarda sempre dal finestrino del treno  Megan e Scott  una coppia che considera ideale.




LIBRO LA RAGAZZA DEL TRENO




LA RAGAZZA DEL TRENO RECENSIONE




Emily Blunt riesce a interpretare perfettamente questo personaggio, trasmettendo l'angoscia e il suo stato confusionale in modo molto reale, l'attrice coinvolge lo spettatore, rendendo la storia sempre più intrigante.
Non è facile comprendere il racconto, perché viene narrato dal punto di vista di Rachel, una donna che non sta bene psicologicamente, e che svolge un'indagine alla ricerca del suo ego turbato dai fantasmi del passato.La forza della storia risiede nella presenza di tre donne con vite diverse, apparentemente lontane tra loro, ma in realtà vicine più che mai, legate da qualcosa di inaspettato. L'autrice del racconto vuole lasciare un messaggio, vuol far capire che le donne hanno una forza dentro  che devono far prevalere sopratutto nei momenti più difficili.
La protagonista è confusa , non ricorda nulla del suo passato e cerca di fare il possibile per capire cosa le sta accadendo, non è più capace di distinguere il sogno con il mondo reale, incomincia ad aver paura di se stessa perché pensa di aver commesso qualcosa di terribile senza esserne consapevole. Rachel pensa di avere colpa su tutto, di aver causato lei il divorzio, perché da sempre vittima dell'alchool, e per questo è diventata una donna molto  fragile.  La sua vita è vista in simbiosi a quella di altre due giovani donne, che sembrano non appartenere alla sua esistenza,ma che vivono in modo apparentemente felice. Qual è il legame con Rachel? Lo scoprirete guardando il film.





Il finale della storia è molto inaspettato, infatti questo film è un thriller che deve essere visto senza sapere l'epilogo della storia, in modo da rendere l'atmosfera più interessante e coinvolgente.
Il racconto della scrittrice Paula Hawkins  è molto accattivante sopratutto perché nella storia vi sono tre voci narranti Anna , Megan e Rachel che  spingono il lettore a risolvere l 'enigma.
La curiosità di Rachel sembra la stessa del protagonista del film La Finestra  sul cortile del maestro del brivido Hitchcock, immobilizzata da scene raccapriccianti che solo lei può raccontare.
Il racconto di Paula Hawkins si ispira anche a Memento di Cristopher Nolan   , in cui il personaggio principale in preda ad uno stato confusionale cerca di ricostruire la sua vita ricomponendo i pezzi di un puzzle, con continui colpi di scena e ricordi poco nitidi.



Il regista  Tate Taylor riesce a rendere perfettamente un thriller psicologico di di sequenze crude in cui si mischia la forza fisica e mentale. Si tratta di scene audaci che mettono in confusione lo spettatore, attraverso una resa cinematografica un po' caotica. Nonostante ciò il risultato è di qualità, perché è riuscito a creare l'enfasi del libro.






TRAILER







LA RAGAZZA DEL TRENO





SPOILER




Il cattivo della vicenda, è un uomo non soddisfatto della sua esistenza, che vuole sempre creare una famiglia , non riuscendo  mai ad andare oltre e a  trovare tranquillità, perché  turbato da problemi psicologici. Questo dramma lo porta a commettere atti terribili senza giustificazione, che lo inducono a commettere violenza. Per questa ragione egli è pronto a tradire la donna con cui ha instaurato un forte legame, e a rimpiazzarla con un altra donna, senza nessun scrupolo.
Tom  si innamora di donne fragili psicologicamente proprio come Rachel, Anna e Megan, commette violenza psicologica nei loro confronti e sfrutta le loro fragilità interiori, al punto di farle sentire in colpa per ciò che non hanno realmente commesso. Tom vuole un capro espiatorio per gli atti che ha commesso, e comprende che la sua vittima  è Rachel una donna a cui nessuno crederebbe, perché turbata interiormente, e vittima dell'alchool.

Le tre donne di Tom sono legate da un destino crudele e terribile, a causa di un amore sbagliato.
Il film  si ispira a L'amore bugiardo Gone Girl  di David Fincher e scritto da Gillian Flynn, in cui la protagonista è una manipolatrice, che farebbe di tutto per annientare il compagno.
Fortunatamente in questo mondo non esistono solo questi casi, altrimenti saremmo perduti.
Share:

0 commenti:

Posta un commento